Iscriviti alla Newsletter

Assistente Google

Ehilà! Se stai cercando le ultime e migliori notizie del settore, sei nel posto giusto. La nostra iscrizione alla newsletter ti assicurerà di essere sempre al corrente di ciò che sta accadendo nel tuo campo. Quindi vai avanti e iscriviti ora. Non te ne pentirai!

Non tutti visualizzano o utilizzano i dati allo stesso modo. Ad esempio, molti semplicemente consumano le cose che incontrano. Altri lo consumano, elaborano quei dati e poi ne creano qualcosa combinando molte informazioni come carburante per la loro immaginazione. Altri ancora – quelli visti come bibliotecari della conoscenza amano raccoglierla e organizzarla per massimizzarne l'utilità.

Vedrai che servizi come Deepstash si rivolgono a questo tipo di persone per citazioni, articoli, video e altro. Sebbene Google disponga di raccolte proprio per questo motivo, non è onnicomprensivo o utile per le cose da fare, gli eventi del calendario, le relazioni e altro ancora nella tua vita. Invece, è strettamente limitato a quelle cose che consumi o raccogli per essere ispirato.

Costruire un secondo cervello

Ecco perché sono stato così entusiasta del lavoro di Google su Memoria Assistente . Il servizio inedito sembra combinare Raccolte, Assistente Google, Elenco di lettura di Chrome e altro ancora in un unico posto in cui puoi costruire un secondo cervello utilizzando i servizi dell'azienda come nucleo.

Con il licenziamento di migliaia di dipendenti da parte di Google, il rallentamento dello sviluppo dell'Assistente Google e persino la concessione di meno risorse, nonché la chiusura delle impostazioni di promemoria della posizione dell'Assistente, mi sono preoccupato per lo sviluppo di Memory. All'inizio di questa settimana, mi sono imbattuto in un articolo da 9to5Google che è stato pubblicato molti mesi fa in merito alla mancanza di sviluppo del servizio ed è rimasto inorridito.

Questo era volato sotto il mio radar, ma la notizia stessa era più devastante. Anche se dobbiamo ancora vedere di cosa sia pienamente capace Assistant Memory o se sarebbe un successo o meno, penso che se il suo sviluppo dovesse bloccarsi, gli utenti avrebbero subito un duro colpo alla potenza della produttività dell'azienda. suite.

La memoria dell'assistente è più importante di quanto pensi

Vedete, Assistant Memory stava colmando una grande lacuna nel grande piano di Google per rendere tutti i suoi strumenti utili e interconnessi. Più o meno allo stesso modo in cui Google+ ha cercato di essere la spina dorsale sociale per molti dei suoi servizi, credo che Assistant Memory potrebbe essere il collante che lega Assistente, Raccolte, Chrome e altro ancora.

Molti di questi strumenti hanno senso come funzionalità autonome, ma intrecciandoli e sopportando l'onere di ricordare e richiamare informazioni pertinenti quando pertinenti, Google sarebbe direttamente responsabile di far salire di livello il cervello e il potenziale dei suoi utenti come mai prima d'ora. Ho già parlato di come Lo stesso Assistente Google è molto meno intelligente di quanto pensassi una volta , ma questo mette davvero un chiodo in quella bara.

L'azienda coglie molte opportunità su tutta la linea per ricordarti cosa devi fare e quando, ma gran parte di essa diventa rapidamente un travolgente rumore bianco. Assistant Memory potrebbe essere l'unica posizione centralizzata in cui bere dal firehose di informazioni su Calendar, Gmail, Chrome, Keep, YouTube e praticamente tutto il resto diventa gestibile. In verità, la tecnologia può diventare così utile da finire per essere paralizzante, quindi condensare tutto questo e darlo in pasto agli utenti ha più senso di quanto probabilmente si pensi.

Il futuro è un mistero

Se Assistant Memory è, in effetti, morto, ne verserò uno per l'unica cosa che ero entusiasta di entrare nel 2023. La mia speranza è che con il cambio di strategia e le scelte di gestione delle risorse che Google ha dovuto fare per compensare i numerosi licenziamenti così drastici, che lo sviluppo è stato interrotto solo temporaneamente per dare un senso alla follia che è stata la fine del 2022.

La versione 13.25 dell'app Google, attualmente nel canale beta, elimina la stragrande maggioranza delle stringhe relative a Memory, che aveva il nome in codice stash. Tale rimozione di solito è un segno che Google ha abbandonato una funzione.

9to5Google

Abbiamo già perso servizi utili come Schemer, Assistant Snapshot e altri, e Memory sembrava essere uno sforzo per portare avanti lo spirito di quegli sforzi passati. Secondo 9to5Google, gran parte del codice relativo alla scorta del tuo account o alla stessa Assistant Memory è stato eliminato a partire dalla versione 13.25 dell'app Google (lo scorso luglio), il che potrebbe indicare che le cose stanno prendendo una brutta piega.

Fortunatamente, questo potrebbe anche significare che Memory sta spostando la sua base di codice verso un'esperienza più dedicata, o che il team di sviluppo sta cercando di depistarci. Ad ogni modo, spero che vedremo più di questo strumento nel 2023 e spero che, esprimendo il mio interesse, Google si renda conto di quanto preziosa e importante possa essere una tale funzionalità o app per l'esperienza utente complessiva.