Google rimuove il controllo del volume di gruppo sugli altoparlanti a causa della sentenza di violazione di Sonos

Aggiornamenti

Google ha rimosso la funzione di controllo del volume di gruppo dai suoi altoparlanti Google Home e Nest a seguito di una sentenza secondo cui violava un brevetto detenuto da Sonos. La rimozione della funzione, che consente agli utenti di controllare il volume di più altoparlanti contemporaneamente, arriva dopo che un giudice della Commissione per il commercio internazionale degli Stati Uniti ha stabilito la scorsa settimana che Google aveva violato due dei brevetti di Sonos.

Dal momento che Sonos e Google sono andati in tribunale durante il decreto ingiuntivo di maggio , le società si sono scontrate sul fatto che Google abbia rubato o meno la tecnologia degli altoparlanti Sonos per il controllo del volume wireless multi-room per i gruppi di dispositivi. Fino ad ora, puoi raggruppare due o più dispositivi Google Home che emettono audio e controllano il volume tra di loro tutti contemporaneamente direttamente nell'app.

Tuttavia, dopo che l'ITC (International Trade Commission) ha ora consegnato la vittoria per questa causa a Sonos, decidendo che Google ha, di fatto, violato i suoi brevetti. Secondo una dichiarazione di Sonos oggi, tuttavia, anche questa vittoria non sarà sufficiente a Google per aggirare la violazione di molte dozzine di altri brevetti detenuti dalla società di speaker. Per ora, continuerà a perseguire altre azioni legali contro il gigante della tecnologia.

Nel frattempo, Google starà cambiando come funziona questa funzione nella tua casa intelligente. Se attualmente utilizzi il controllo del volume del gruppo di altoparlanti per gestire contemporaneamente tutti i suoni in tutta la casa (manualmente utilizzando il pulsante del volume sul telefono, con la voce tramite l'Assistente Google o direttamente sui display Nest Hub tramite la sezione dei controlli domestici), ora dovrai regolare manualmente il volume su ogni singolo altoparlante, anche se sono raggruppati.

Inoltre, mentre la maggior parte dei gruppi di altoparlanti continuerà a funzionare come in precedenza, qualsiasi gruppo contenente altoparlanti con marchio JBL, Lenovo funzionerà deve essere sulla versione cast 1.52.272222 o superiore per lavorare. Infine, un piccolo gruppo di utenti dovrà utilizzare qualcosa chiamato DUA, o Device Utility App per configurare e aggiornare i propri altoparlanti. Se rientri in questa categoria, riceverai una notifica sul tuo dispositivo che ti chiederà di scaricarlo e installarlo prima di continuare.

Sebbene non siamo d'accordo con la decisione odierna, garantiremo ai nostri clienti condivisi la migliore esperienza di utilizzo dei nostri prodotti e non subiranno alcuna interruzione. Cercheremo un'ulteriore revisione e continueremo a difenderci dalle frivole affermazioni di Sonos sulla nostra partnership e sulla proprietà intellettuale.

Google ad Android Police

Molti proprietari di case intelligenti sono già abbastanza sconvolti da questi cambiamenti e stanno esprimendo la loro frustrazione Forum della community di Google Nest . Un utente lo ha detto senza mezzi termini, affermando che Google è stato citato in giudizio e ora devono pagarne il prezzo. Molti dei commentatori stanno rispondendo a questo aggiornamento concentrandosi sul fatto che i gruppi di altoparlanti e le relative funzionalità sono il motivo principale per cui hanno installato le loro case con la tecnologia Google, citandolo come un enorme downgrade e fastidioso. Facci sapere nei commenti cosa ne pensi di questo pasticcio e se hai utilizzato o meno il controllo del volume di gruppo per i tuoi altoparlanti!