I team di Google Maps e Waze si uniscono mentre Google continua le sue misure di riduzione dei costi

App

I team di Google Maps e Waze si sono fusi, mentre Google continua le sue misure di riduzione dei costi. Questa mossa aiuterà Google a risparmiare denaro e risorse, oltre a razionalizzare i suoi prodotti di mappatura.

Logo mockup combinato di Waze e Google Maps

Abbiamo capito che i cambiamenti sarebbero avvenuti internamente a Google da quando il CEO Sundar Pichai ha pronunciato la frase Non equiparare il divertimento al denaro come risposta alle domande dei dipendenti preoccupati in merito alle misure di risparmio sui costi che l'azienda stava adottando. Alcune di queste misure includevano la riduzione dei viaggi e altri budget, ma soprattutto potenziali licenziamenti.

Sembra che l'azienda abbia dovuto ricorrere all'accorciamento o addirittura all'eliminazione di interi team, come nel caso del team di Stadia. Più recentemente, però, è stato segnalato dal giornale di Wall Street quello Google unirà i team di Waze e Google Maps, pur mantenendo separate le due app. Tuttavia, non sono state rivelate modifiche all'esperienza dell'utente finale come parte di questo cambiamento interno.

Il gigante della tecnologia prevede di unire gli sforzi dei suoi oltre 500 dipendenti Waze con quelli di Geo, la divisione di Google responsabile di Maps, Google Earth e Street View. Il CEO di Waze Neha Parikh si dimetterà dopo una fase di transizione, secondo un portavoce di Google che ha parlato con il WSJ. Tuttavia, non ci sono piani per licenziare alcun dipendente, il che è una buona notizia.

Questa mossa arriva sulla scia della società che segnala un drastico calo delle vendite del terzo trimestre e in precedenza ha smantellato il suo incubatore di startup Area 120. Inoltre, Google ha implementato una pausa delle assunzioni di due settimane a luglio e ha dichiarato che avrebbe rallentato il ritmo delle assunzioni per il resto dell'anno. Tuttavia, Google non è l'unica azienda tecnologica che sta attualmente adottando misure drastiche per ridurre i costi. Meta, ad esempio, ha annunciato il mese scorso che stava tagliando posti di lavoro a causa di un crollo delle sue entrate e-commerce.

Finché Google non si sbarazzerà effettivamente dell'app Waze, penso che abbia senso riorganizzare il proprio team in modo che tutti riferiscano a un'unica organizzazione, soprattutto se ciò significa che il licenziamento dei dipendenti è fuori discussione. Indipendentemente da ciò, dovremmo essere pronti per ulteriori cambiamenti man mano che le cose migliorano e si stabilizzano, perché sappiamo tutti che Google non è timida nel rimuovere un prodotto dal suo ecosistema quando non ha più senso per il business. Spero solo che Waze sopravviva a questa ondata.