Chromebook: perché abbiamo ancora bisogno di Linux tramite Crouton

Sistema Operativo Chrome

I Chromebook sono il meglio di entrambi i mondi: leggeri e portatili come un tablet, ma con la produttività di un laptop. E grazie al loro prezzo basso, sono perfetti per studenti e persone attente al budget che non hanno bisogno di tutti i campanelli e fischietti. Ma una cosa che ai Chromebook è sempre mancata è il supporto per le app Linux. È qui che entra in gioco Crouton. Crouton è un software che ti consente di eseguire un ambiente desktop Linux completo all'interno di una finestra di Chrome OS. Questo ti dà accesso a tutte le tue app Linux preferite, senza sacrificare la sicurezza e la stabilità di Chrome OS. Soprattutto, preparare Crouton è un gioco da ragazzi. In pochi minuti, puoi essere attivo e funzionante con la tua distribuzione Linux preferita. Quindi, se volevi provare i Chromebook, ma stavi cercando un migliore supporto per Linux, non ci sono più scuse!

Cominciando dall'inizio: Sono pienamente consapevole che Chrome OS è basato sul kernel Linux e che il titolo di questo articolo è un termine improprio. Se stai controllando questo articolo, tuttavia, probabilmente lo sai già e ti rendi conto che avevo bisogno di un titolo che capisse rapidamente che ritengo che Crouton sia un pezzo importante del puzzle per la continua crescita di Chrome OS come piattaforma .

Ora, lascia che ti spieghi perché.

Ricordi il rooting?

10 anni fa, quando Android era un sistema operativo alle prime armi, mancava di molte delle funzionalità che gli utenti desideravano e talvolta di cui avevano bisogno. Mancavano alcune delle capacità tecniche e di sicurezza di Windows Mobile e Blackberry OS, ma mancava anche la rifinitura che iOS stava già raggiungendo in quel momento.

Android aveva bisogno di ogni genere di cose, quindi operatori e produttori si sono affrettati a intervenire e ad aggiungere gli elementi necessari al sistema operativo sottostante. Ciò ha fatto molte cose, ma principalmente ha dato alle aziende modi semplici per creare differenziazione nei loro prodotti, costruendo lentamente l'intero ecosistema Android nel suo insieme.

L'altra cosa che ha aiutato Android a crescere? Radicamento.

In parole povere, il rooting è il processo mediante il quale un utente ottiene l'accesso root al sistema operativo e ottiene la possibilità di apportare modifiche a livello di sistema. Di solito questo significava ottenere la possibilità di eseguire il flashing di ROM personalizzate create da altri.

La pratica è ancora viva e vegeta oggi, ma l'utente generico trova sempre meno bisogno di passare attraverso questo processo man mano che Android cresce e si sviluppa.

Sono uno di quegli utenti che, una volta, eseguivano il root di tutti i telefoni che avevo per aggiungere le funzionalità necessarie che erano state tralasciate o rimosse da operatori e produttori.

Allora, scegliere un telefono significava in parti uguali nuove funzionalità, qualità costruttiva, facilità di accesso root e selezione di ROM personalizzate disponibili.

In questi giorni scopro che è passato molto tempo da quando ho sentito la necessità di prendermi la briga di fare il tifo. Trovo che Android di serie soddisfi le mie esigenze, quindi ho pochi motivi per fare confusione con tutto il lavoro necessario per ottenere l'accesso root e installare un sistema operativo personalizzato.

Cosa c'entra questo con i Chromebook?

In modo simile, i Chromebook hanno una modalità di sviluppo a cui è possibile accedere che offre agli utenti la possibilità di accedere a una shell nel terminale di Chrome OS e fare molte cose interessanti ed extracurriculari.

Crouton è uno degli script principali che dev mode e crosh (Chrome OS Developer Shell) consente agli utenti di eseguire. Questo script consente l'installazione di più distribuzioni di Ubuntu Linux da installare accanto a Chrome OS sul tuo Chromebook. Abbiamo un intero tutorial walk-through se sei interessato a farlo.

Inoltre, molte persone configurano partizioni e avviano in dual-boot altre distribuzioni di Linux direttamente sul proprio Chromebook.

Le porte che si aprono con questi metodi sembrano piuttosto infinite e piene di possibilità, ma non sono per tutti da attraversare.

Entrare nelle installazioni di Linux richiede un po' di ricerca, tempo e fatica. Richiede anche il desiderio di imparare alcune cose e fallire qua e là, powerwash il tuo Chromebook alcune volte e generalmente guadare acque non verificate di tanto in tanto.

Non è per tutti.

Tutto ciò, tuttavia, offre ai fan avanzati di Chromebook un modo per espandere l'attuale ambiente informatico per soddisfare le loro esigenze fino a quando non vengono visualizzate più funzionalità.

Per me, le mie maggiori esigenze erano un IDE affidabile, un gestore FTP e un editor vettoriale. Non c'erano opzioni in Chrome OS, ma ero determinato a continuare a utilizzare un Chromebook.

Usando Crouton, ho potuto installare Filezilla, un semplice IDE (non ricordo cosa usassi allora) e Inkscape per l'editing grafico.

Una volta che ho avuto questi strumenti sul mio Chromebook, sono stato in grado di abbandonare completamente Windows e diventare un utente Chromebook a tempo pieno. Per altri, forse è necessario un editor video come Lightworks o un sostituto di Photoshop come GIMP. Indipendentemente dall'app, il punto è che Crouton e Ubuntu Linux mi hanno permesso di andare all-in su un Chromebook prima che Chrome OS fosse davvero pronto per me.

Le cose sono diverse adesso

Avanti veloce fino ad oggi e uso raramente Crouton. Il Pixelbook su cui sto scrivendo in questo momento non è nemmeno in modalità Dev e non ho bisogno che lo sia. Uso Gravit Designer (su cui sto preparando una recensione) per tutto il mio lavoro grafico, ShiftEdit come client IDE/FTP e le app Android stanno riempiendo il vuoto di gioco.

Non ho più bisogno di altre distribuzioni Linux. Chrome OS mi consente di svolgere il mio lavoro in modo efficace ed efficiente.

Semplicemente non è sempre stato così per me, e ancora non lo è per molti.

Proprio come gli anni precedenti per Android, il rooting non era solo un hobby: era un po' una necessità per cose come il tethering wireless o la possibilità di avere un'esperienza Android quasi stock.

Le configurazioni Crouton e/o dual-boot sono ancora necessarie per gli utenti più avanzati che desiderano e sperano di rendere Chrome OS il loro driver quotidiano. Ho alcune persone con cui lavoro nel mio lavoro quotidiano che vogliono davvero abbandonare la nave e diventare utenti di Chromebook, ma hanno un'app o due che le trattiene. Mentre sto scrivendo questo, sto ricercando alcuni strumenti che potrebbero funzionare nell'ambiente Ubuntu che potrebbero aiutare a colmare il divario per loro se scelgono di fare quel salto.

Fino a quando Chrome OS non crescerà un po' di più, ci saranno sempre quelli che non potranno partecipare a causa di una manciata di funzionalità, servizi o app mancanti. Se esiste uno strumento per colmare questa lacuna per coloro che non hanno paura di uscire, allora quello strumento deve rimanere una funzionalità di base per la comunità di utenti.

Scrivo tutto questo per dirlo continueremo a delineare i modi in cui gli utenti di Chromebook possono fare di più, anche se nel contesto di Crouton e altri modi più avanzati. Quando parliamo di sviluppo di app sui Chromebook, installazione di app Linux, o eseguendo Steam, non stiamo solo inventando cose.

Queste cose sono tutte legittimamente possibili su un Chromebook a causa delle basi Linux del sistema operativo. Certo, sono hack-y, ma sono fattibili ed espandono la capacità del tuo Chromebook in modi che Chrome OS non può fare per ora.

Chissà? Tra qualche anno ancora, forse anche gli utenti esperti non avranno tanto bisogno di cose come Crouton. Forse diventerà più uno strumento da armeggiatore per scherzare semplicemente.

Per ora, però, Crouton e strumenti simili sono essenziali per gli utenti più avanzati di Chrome OS e qui a Chrome Unboxed, ci sta bene.